Cosa si Dona ?

Il sangue è un tessuto fluido viscoso, pari a circa il 7% del peso corporeo di un organismo adulto, viene trasportato in tutto il corpo e fornisce elementi nutritivi ai tessuti ed è il tramite per lo smaltimento delle sostanze di scarto nocive al nostro organismo.

Il sangue è composto da una parte liquida detta Plasma (circa il 55%) e da una parte Corpuscolata.

Nel plasma vi sono:

  • acqua
  • proteine (albumina, fattori della coagulazione, anticorpi)
  • lipidi
  • zuccheri
  • sali minerali

Nella parte corpuscolata invece troviamo:

  • globuli rossi
  • globuli bianchi
  • piastrine

Detto ciò, si possono effettuare principalmente 4 tipi di donazione:

  •  DONAZIONE DI SANGUE INTERO

In questa donazione il sangue viene estratto nella sua interezza per un massimo di 450 ml +/- il 10% a seconda del peso corporeo, la donazione di sangue intero può essere effettuata per gli uomini ogni 3 mesi e per le donne ogni 6 mesi; il sangue raccolto ha una durata di 40 giorni nel quale deve essere sfruttato.

  •  DONAZIONE DI PLASMA:

In questa donazione il sangue estratto viene elaborato nel momento stesso della donazione e attraverso un macchinario specifico viene estratto il plasma, che viene raccolto, e il rimanernte viene reinfuso nel donatore con la soluzione fisiologica.

Questo tipo di donazione è molto più leggera della precedente perchè non vengono intaccate le riserve della parte corpuscolata e può essere effettua anche 1 volta al mese indistintamente da uomini e donne.

  •  DONAZIONE DI PIASTRINE:

Le piastrine sono un elemento importante nel nostro organismo poichè partecipano all’emostasi del corpo riparando i vasi sanguigni e le piccole ferite.

La donazione di tale emocomponente è similare a quella del plasma, ma viene richiesta dall’equipe medica soltanto in caso di reale necessità.

  •  DONAZIONE DI MULTICOMPONENTI:

La donazione di multicomponenti è una novità degli ultimi anni, che permette in un unica donazione di estrarre diversi componenti (con modalità similari alla donazione di plasma e piastrine) rinfondendo il resto nel donatore; si hanno qundi ad esempio Plasma-Piastrine o Eritro-Piastrine, anche questi vengono rischiesti dall’equipe medica soltanto in casi di reale necessità.